Seleziona una pagina

Feb 25, 2021 | NEWS | 0 commenti

Filtrazione, Plus e Minus

NEWS | 0 commenti

Written by Marco Oldrati

In

Il filtro “sanificante” o contaminante? Il dubbio – se guardiamo attentamente il funzionamento – è legittimo. La filtrazione è considerata la forma più visibile di intervento sanificante, perché trattiene – tanto quella meccanica, quanto quella elettrostatica – nella massa filtrante elementi inquinanti.

 

Quale funzione svolge un filtro?

Affrontiamo la questione per capire come lavora un filtro e quali conseguenze comporta questo lavoro. L’azione sanificante di un filtro consiste nel trattenere elementi chimico fisici veicolati dal flusso d’aria, ma questo carico di polvere intasa la superficie filtrante.

Le conseguenze

Questo comporta un “affaticamento” per l’impianto: per mantenere la stessa portata, infatti, l’energia impiegata dalla sezione ventilante deve essere maggiore, perché il flusso deve superare la barriera costituita dal filtro intasato.

Tanto più un filtro è intasato tanto più ferma particolato, ma tanto più è intasato tanto più l’impianto è inefficiente. E allora bisogna cambiare il filtro, ma il filtro “scarico” ha una prestazione filtrante meno significativa.

Intasamento e rischi

Ma non è la sola contraddizione: un filtro pulito è meno efficiente perché la sua sezione filtrante è meno capace di trattenere particolato, ma un filtro intasato di particolato è una Placca di Petri!

Che cos’è una Placca di Petri? è uno strumento usato nei laboratori per effettuare colture di microorganismi. In sostanza un filtro intasato che viene a contatto con l’umidità è un luogo ideale dove possono svilupparsi colonie di virus, batteri, funghi che poi possono circolare nello spazio confinato servito dall’impianto.

Che fare?

Un bel dilemma, che cosa ne dite? Scegliamo di cambiare spesso i filtri? Tratterranno meno particolato. Scegliamo di cambiarli raramente? Consumeremo più energia e avremo dei bacini di coltura di inquinanti microbiologici.

E quindi alla fine il filtro lo dobbiamo considerare un elemento “sanificante” o contaminante? La risposta è semplice: il filtro è un elemento essenziale dell’impianto, con funzioni importanti anche nel miglioramento della IAQ, ma – da solo – non basta a sanificare.